Minestra patate porri e curcuma
Primi minestre e brodini

Minestra patate porri e curcuma

Come si usa dire? Della solita minestra ci si annoia un po’. Settimana scorsa ho preparato quindi la minestra patate porri e curcuma. Con l’autunno è arrivata la voglia di primi piatti caldi, zuppe e brodini. Per non proporre il tradizionale minestrone di verdure, ho pensato di portare in tavola una densa e fumante crema, servita con crostini di pane al rosmarino. Una bontà.

Ripeterò la ricetta, perché la minestra è piaciuta molto anche ai ragazzi. Per regalare al piatto colore e una sfumatura delicatamente esotica ho usato curcuma e pepe, la cottura nella pentola di coccio ha, come sempre, fatto la differenza. Il sapore di sughi e zuppe preparati nella terracotta mi ricorda ogni volta quello delle buone cose cotte sulla stufa a legna. A casa dei miei nonni si cucinava solo così.

Torniamo a noi, la ricetta della minestra patate porri e curcuma è facile ed economica. Ho, tra l’altro, riciclato del pane avanzato per i crostini al rosmarino. Direi che per cena ce la siamo cavata con meno di 5 euro, non male 😉

Procuriamoci gli ingredienti per la nostra minestra: patate, porri, curcuma, pepe nero, olio extravergine d’oliva, rosmarino, pane avanzato, sale grosso. Servono quindi: una casseruola a bordi alti, meglio se di terracotta, un frullatore a immersione o un passaverdure, una padella per tostare il pane, un recipiente. Se usate la casseruola di coccio, ricordatevi dello spargifiamma, la retina che si posiziona tra la fiamma del fornello e la pentola, per preservarne l’integrità.

Minestra patate porri e curcuma
La minestra patate porri e curcuma cotta nella terracotta ha un sapore antico

Difficoltà: bassa
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 2 h
Porzioni: 4
Costo: basso

Ingredienti e quantità per 4 persone:

  • 800 g di patate
  • 1 porro
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3 cucchiaini di curcuma in polvere
  • 2 sfilatini raffermi
  • acqua
  • olio extravergine d’oliva
  • sale grosso q.b,
  • pepe nero in grani q.b.

Come preparare la minestra patate porri e curcuma

  1. Per la minestra di patate porri e curcuma, lavare il porro e patate. Sciacquo sempre anche queste ultime, per evitare che residui di terra vengano a contatto con la parte commestibile.
  2. Privare il porro della parte esterna filamentosa, della barbetta e del ciuffo verde, tagliarlo quindi a rondelle. Sbucciare le patate, tagliarle a tocchetti e metterle in un recipiente coperte di acqua. Più piccoli saranno i pezzi di patata, più veloce sarà la cottura della minestra.
  3. Versare un filo di olio extravergine d’oliva nella pentola di coccio o in una casseruola a bordi alti, aggiungere a questo punto le fettine di porro e un rametto di rosmarino. A fiamma dolce stufare il porro, aggiungendo, se serve, un cucchiaio di acqua.
  4. Quando il porro risulterà appassito, eliminare il rametto di rosmarino, scolare le patate, versarle nella pentola e farle insaporire per pochi secondi rimestandole con un cucchiaio. Coprire ora le patate con acqua tiepida, aggiungere la curcuma e un pizzico di sale grosso. Mettere il coperchio e a fiamma dolce lasciar sobbollire la minestra di patate porri e curcuma per un paio d’ore, avendo cura di aggiungere acqua se dovesse risultare troppo asciutta.
  5. Nel frattempo tagliare il pane raffermo a rondelle, ungere leggermente una padella antiaderente con olio extravergine d’oliva, unire il rametto di rosmarino. Scaldare la padella e aggiungere i crostini di pane, avendo cura di girarli di tanto in tanto. Il pane deve dorare, ma non annerirsi.  Togliere i crostini e metterli su carta assorbente da cucina. Vi assicuro che bastano pochi minuti per ottenere dei buoni crostini al rosmarino.
  6. Quando le patate sono ben cotte, ridurle a purea con un frullatore a immersione, aggiustare di sale, macinare, se vi piace, del pepe nero. Servire la minestra di patate porri e curcuma ben calda con crostini di pane al rosmarino.

Ai sapori esotici preferisco quelli mediterranei. Scelgo di solito erbe aromatiche, che posso coltivare sul balcone di casa e uso spezie con moderazione.  Ho di recente scoperto quanto buona sia la curcuma, se aggiunta, senza esagerare, a minestre e zuppe. Sprigiona con il calore un profumo intrigante e colora piacevolmente preparazioni, che risulterebbero diversamente un po’ pallide.

Provate la minestra con patate porri e curcuma. Con il suo bel colore e il buon sapore delicato conquisterà anche chi di zuppe e brodini non vuol proprio sentir parlare! A presto 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.