Primi minestre e brodini

Una zuppa da brividi. Il supon di mort

Volete una zuppa da brividi? Avete mai assaggiato il supon di mort? Calorica e saporita, la zuppa dei morti è un primo piatto povero della tradizione contadina di queste parti, una ricetta autunnale a cui piacciono nebbia, freddo e fatica. Si fa con un brodo gustoso, che sobbolle per ore, piano. Un brodo primordiale, estinto forse, o cucinato dai pochi che ne hanno memoria. I miei nonni preparavano questa zuppa il primo o il 2 novembre e ci si metteva a tavola insieme.

Il ponte di Tutti i Santi non era quello di Halloween, ma il dolcetto c’era. Dopo il supon si concludeva il pranzo con le ossa dei morti, biscotti speziati e golosissimi. Tutto da brivido, soprattutto il momento della digestione. 🙂

Piatto conviviale, da preparare e condividere senza fretta, semplice, straordinario, il supon di mort si serve con fette di pane giallo, fatto con farina di mais e un buon bicchiere di vino rosso, sincero. Strettissimo parente della cassoeula, di cui parlerò più in là, come la cassoeula, valorizza le parti meno nobili del maiale. Ricorda visivamente i ramen, con i quali ha in comune la povertà degli ingredienti.

Lo zuppone è, infatti, un piatto sostanzioso ed economico, preparato con poche varietà di verdure. Abbondano fagioli e verza, non può mancare la spalla di maiale, avvolta dalla sua cotenna. Un tempo si utilizzava anche un generoso trito di lardo per stufare carote, sedano e cipolla, prima di aggiungere carne, verza, fagioli e patate. Ho sostituito il lardo con un filo d’olio evo.

Arriviamo al dunque, per lo zuppone o supon servono: una fetta di spalla di maiale, sedano, carote, cipolla, patate, salvia, fagioli borlotti, una verza, olio evo, concentrato di pomodoro, un pizzico di sale, pane giallo o pane casereccio, un tagliere, un buon coltello, uno scolapasta per lavare le verdure, una grande pentola e un mixer a immersione. Se avete delle verdurine da finire in frigorifero, aggiungetele, non guastano.

Supon di mort
Il supon di mort è un piatto tipico della tradizione contadina

Difficoltà: media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 3 h
Porzioni: 4/6
Costo: medio

Ingredienti e quantità:

  • 1 kg di spalla di maiale
  • 600 g di fagioli borlotti freschi
  • 1 verza di medie dimensioni
  • 1 grossa cipolla
  • 4 carote
  • 1 canna di sedano
  • 4 patate
  • 2 foglie di salvia essiccata
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro o 2 cucchiai di passata
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b
  • Grana Padano grattugiato se gradito

Come preparare il supon di mort

  1. Per preparare il nostro supon di mort, la prima cosa da fare è lavare accuratamente tutte le verdure. Togliere quindi gli apici delle carote e ,con un pelapatate, la parte più esterna. Eliminare la parte finale del gambo di sedano e privarlo dei filamenti. Sbucciare la cipolla. Tagliare sedano, carote e cipolla grossolanamente, tenendo a parte le foglie di sedano.
  2. Sbucciare le patate, tagliarle a cubetti e metterle in un recipiente con acqua a temperatura ambiente. Pulire la verza togliendo dalle foglie più esterne la parte centrale fibrosa, spezzare con le mani le foglie di cavolo verza e tenere anch’esse a parte. Privare i fagioli del baccello, raccoglierli in un recipiente.
  3. Versare ora un filo d’olio extravergine in una grossa pentola e, a fiamma dolce, fare appassire carote. sedano e cipolla. Alzare leggermente la fiamma, aggiungere la spalla di maiale per farla insaporire, girandola senza bucarla. Salare un poco la carne.
  4. Unire i fagioli, le patate, le foglie di salvia, le foglie di sedano, il concentrato di pomodoro. Coprire le verdure e la spalla di maiale con l’acqua, mettere il coperchio alla pentola iniziare a cuocere il supon di mort a fiamma moderata per circa 1 ora.
  5. Togliere la carne dalla pentola, con un mixer a immersione frullare parzialmente le verdure. Rimettere la spalla di maiale nel brodo, aggiungere un poco alla volta le foglie di verza. Portare a cottura il supon di mort. La carne di maiale deve risultare tenerissima.
  6. Servire la zuppa ben calda con fette di pane giallo o di pane casereccio raffermo. La carne va gustata con il brodo e le verdure. A me piace cospargere il tutto con poco grana grattugiato.

Un paio di veloci consigli. Se avete in frigorifero qualche verdurina un po’ moscia, tagliatela e aggiungetela al vostro supon di mort. Il brodo e la carne di maiale accolgono zucca, cornetti, cavolfiore, broccoli. Potete sostituire i fagioli freschi con 200 g di borlotti secchi, fatti ammollare in acqua per una notte.

Cosa fare se avanziamo la carne e non vogliamo riproporla con la solita minestra? Possiamo inventarci delle golose polpettine, oppure tagliare sottilmente gli avanzi e servirli con una buona salsa verde. Che ne dite?

Dimenticavo. La nostra zuppa da brividi può essere preparata il giorno prima, è un piatto unico da non dimenticare. 😉 A presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.