Risotto con carciofi e fiordalisi
Primi minestre e brodini

Carciofi risi e fiordalisi

Che piatto sarà mai carciofi risi e fiordalisi? Semplicemente il mio risotto con i carciofi, vestito con i petali essiccati di fiordaliso. Un’amica mi ha regalato un sacchettino di petali commestibili di centaurea cyanus, questo il nome scientifico del fiordaliso. I petali profumano di erbe e di primavera. Si possono usare per preparare risotti, minestre, zuppe e insalate, regalano un delicato gusto erbaceo e un tocco di colore alle nostre preparazioni. Li ho sparpagliati sul mio risottino, per portare in tavola un primo piatto buono, leggero e bello. Perché no?

I miei nonni, pensate, raccoglievano fiordalisi, camomilla e fiori di sambuco per fare infusi e biscotti. L’uso dei fiori commestibili, quelli meno noti e petalosi, non è certo un’invenzione del terzo millennio, né frutto di sperimentazioni azzardate. Ho così pensato che i petali di fiordaliso, dalle proprietà decogestionanti e astringenti, potessero sposare un fiore coriaceo dalle mille virtù: il carciofo. Eh sì anche i carciofi sono fiori. Per l’esattezza, il fiore del carciofo è quella fastidiosa barbetta da eliminare, prima della cottura. Il fiore è protetto da un calice, da una corolla fatta di foglie carnose e spinose, le brattee.

Torniamo al risotto con i carciofi. Per farlo ho usato del riso arborio semilavorato, acquistato in zona, carciofi sardi, limone, pepe, olio extravergine d’oliva, vino bianco, brodo vegetale, sale fino, una grattugiata di grana, prezzemolo, cipolla, aglio, petali essiccati di fiordaliso. Prima di cucinarlo, verificate di avere una pentola per il brodo, una casseruola a bordi alti, un tagliere, una bacinella, un mestolo, un cucchiaio di legno, la grattugia, la bilancia, un mixer o la mezzaluna, un pelapatate. Il risottino è ottimo anche senza i petali di fiordaliso.

Risotto con carciofi e fiordalisi
Il risotto con carciofi e petali di fiordaliso è un primo piatto leggero. I petali di fiordaliso hanno un delicato sapore erbaceo.
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 3/4 d’ora per i carciofi e 20 minuti per il risotto
  • Porzioni: 4
  • Costo: medio

Ingredienti e quantità:

per la preparazione del risotto con i carciofi

  • 320 g di riso Arborio o Carnaroli
  • 3 grossi carciofi sardi con le spine
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 10 g di foglie di prezzemolo fresco
  • 40 g di Grana Padano grattugiato
  • 1 limone
  • 1/5 bicchiere di vino bianco secco
  • olio extravergine d’oliva
  • sale fino q.b.

per il brodo vegetale

  • 1 l e 1/2 di acqua
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • un pizzico di sale grosso

per guarnire e completare il risotto con i carciofi

  • 2 cucchiaini di petali commestibili di fiordaliso
  • 1/2 limone la buccia grattugiata
  • pepe nero q.b.

Ricetta del risotto con carciofi e petali di fiordaliso

  1. Prima di cucinare il nostro buon risotto con i carciofi, preparare il brodo vegetale. Come si fa? In una pentola versare l’acqua, pulire una carota, una cipolla e il sedano. Aggiungere le verdure all’acqua con un pizzico di sale grosso, far sobbollire il brodo per un paio d’ore. In alternativa potete usare un dado vegetale senza glutammato. In questo caso la preparazione del brodo vegetale richiede mezz’ora.
  2. Mentre il brodo vegetale sobbolle, preparare l’acqua acidulata per i carciofi con acqua e un limone spremuto.
  3. Pulire ora i carciofi. Tagliare le punte per eliminare le spine. Tagliare i gambi, conservandone 10 cm. La parte di gambo più vicina al carciofo, una volta pulita è ottima. Tagliare i carciofi a metà, eliminare la barbetta con un coltellino e le foglie più dure. Ricavare da ciascuna metà quattro spicchi, eliminando le piccole spine residue. Con il pelapatate togliere la parte superficiale dei gambi, tagliarli a rondelle. Mettere spicchi e rondelle di carciofo nell’acqua acidulata.
  4. Staccare le foglie del prezzemolo dai gambi, pulirle e asciugarle. Privare lo spicchio d’aglio della buccia e dell’anima, tagliarlo a metà. Tritare finemente prezzemolo e aglio con un mixer o con la mezzaluna. Tenere il trito a parte.
  5. Sbucciare la cipolla, tagliarla a metà, quindi a fettine. Versare nella casseruola un filo d’olio extravergine, unire la cipolla, farla stufare a fiamma dolce, unire gli spicchi di carciofo, tenendo a parte i gambi. Cuocere i carciofi per tre quarti d’ora. Prelevarne la metà, frullarli e tenerli a parte.
  6. Versare, ora, il riso nella casseruola, tostarlo per un paio di minuti. Sfumare il riso con il vino bianco, facendolo evaporare completamente. Aggiungere a questo punto i carciofi frullati, le rondelle ricavate dai gambi, metà trito di prezzemolo e aglio. Coprire il riso con il brodo vegetale, mescolare. Portare a cottura il risotto con i carciofi, incorporando, di tanto in tanto, poco brodo.
  7. Quando il risotto con i carciofi è pronto, spegnere la fiamma, mantecare con formaggio Grana, aggiustare di sale. Cospargere il riso con il trito di prezzemolo rimanente, la buccia grattugiata di mezzo limone, i petali di fiordaliso, una generosa macinata di pepe nero.

Vi consiglio di non buttare le foglie coriacee del carciofo. Conservatele e preparate un infuso con il succo di mezzo limone. Per citare il mitico Ernesto Calindri, in uno spot passato alla storia, il carciofo ci aiuta a combattere il logorio della vita moderna, ci dà una mano ad aggiustare il passo, a depurarci.

Così, quando pulisco i carciofi per fare il risotto, conservo le foglie più dure, meno gradevoli al palato. Senza spine le metto a sobbollire in mezzo litro di acqua. Lascio intiepidire l’infuso, lo filtro e, dopo aver pranzato con carciofi, risi e fiordalisi, mi rilasso con l’infuso di carciofo addolcito con un cucchiaino di miele.

Tornando al nostro risotto con i carciofi, se non trovate i petali di fiordaliso non preoccupatevi. La cosa fondamentale è che insaporiate il riso con trito di prezzemolo, zeste di limone e pepe. Provatelo e fatemi sapere!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.