Riso alla cantonese a modo mio
Primi minestre e brodini

Riso alla cantonese a modo mio. Senza prosciutto con tanti piselli

Come state? Oggi riesco finalmente a dedicare un po’ di tempo al mio diario di cucina. Vi va un riso alla cantonese leggero e saporito? A casa mia si prepara senza prosciutto cotto, con tanti piselli, una frittata. La ricettina è facile e primaverile.

Il riso alla cantonese, proposto per decenni ai nostri palati, non credo abbia nulla a che fare con le tradizioni culinarie cinesi. Mi sembra piuttosto un riso alla carbonara, in perfetto stile anni 80. Un furbo e vincente remake. Una cosa è certa, ha contribuito, proprio in quegli anni, a sdoganare il format del ristorante cinese pop, con piatti occidentalizzati, non sempre di buona qualità.

Il riso alla cantonese è un piatto semplice, per questo mi piace. Lo preparo in primavera quando trovo i primi piselli, freschi e dolci. Salva la cena, non serve altro. Con il riso i piselli vanno a nozze. Cereali e legumi fanno un pranzo. Eh sì, i piselli sono legumi, conosciuti sin dalla preistoria. Saziano con leggerezza, piacciono anche ai più piccoli. Dei piselli non si butta nulla. Udite, udite! Il baccello, il frutto che protegge i semi, tondi e perfetti, è commestibile. Ci si può preparare una buona vellutata.

Ora torniamo alla ricetta di oggi. Per il nostro riso alla cantonese servono: riso basmati, piselli freschi o surgelati, uova, acqua, olio extravergine o olio di riso, salsa di soia, semi di sesamo, se vi piacciono, sale fino, sale grosso, pepe nero. Inoltre uno scolapasta, una bacinella, una pentola, una padella a bordi alti, se non avete uno wok, una frusta da cucina, una padella antiaderente per la frittata, un padellino per la tostatura dei semi di sesamo.

Riso alla cantonese a modo mio
Il mio riso alla cantonese è un piatto unico preparato con riso basmati, piselli e uova, senza prosciutto cotto
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Porzioni: 4
  • Costo: basso

Ingredienti e quantità:

  • 250 g di riso basmati
  • 400 g di piselli già sgusciati o surgelati (800 g di piselli con il baccello)
  • 4 uova
  • 2 scalogni
  • olio extravergine d’oliva o olio di riso
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1/2 cucchiaio di semi di sesamo
  • olio extravergine d’oliva o olio di riso
  • un pizzico di sale fino
  • un pizzico di sale grosso
  • pepe nero q.b.

Come fare il riso alla cantonese senza prosciutto cotto

  1. Prima di preparare il riso alla cantonese a modo mio, portare a bollore 1 l e 1/2 di acqua. Mondare, quindi, i piselli, aprendo il baccello e staccando i semi, quelli che comunemente si utilizzano in cucina. Mettere il riso basmati in un contenitore con abbondante acqua fredda.
  2. Sciacquare i piselli, quando l’acqua bolle cuocerli per 20/25 minuti. Scolarli. Se usate piselli surgelati, non lessateli, cuoceteli per 20 minuti in padella con lo scalogno e un filo d’olio evo.
  3. Nel frattempo, con la frusta da cucina sbattere le 4 uova con un pizzico di sale fino, versare nella padella antiaderente 3 cucchiai di olio evo. Quando la padella è ben calda, versare le uova sbattute, muovendo un poco la pentola, per distribuirle uniformemente. Cuocere la frittata a fiamma vivace. Visto che fare una frittata perfetta non è semplicissimo, vi dò una buona notizia: se la frittata si rompe, mentre la girate, non è importante. Dopo la cottura va tagliata a pezzetti. 😉
  4. Quando la frittata è dorata, disporla su un piatto, tagliarla a striscioline, tenerla a parte.
  5. Versare il riso basmati nello scolapasta, sciacquarlo più volte, sino a quando l’acqua residua non risulterà limpida.
  6. Pulire lo scalogno, privandolo della parte esterna, tagliarlo finemente. Nella stessa padella usata per la frittata versare 2 cucchiaio d’olio evo, Aggiungere lo scalogno, farlo appassire. Unire i piselli, salarli, peparli un poco, farli insaporire o, se utilizzate piselli surgelati, portarli a cottura.
  7. Versare il riso basmati in una pentola, coprirlo con acqua fredda, portarlo a cottura. Servono circa 10 minuti. Per la cottura del basmati occorre una quantità di acqua doppia rispetto alla quantità di riso. Io mi regolo mettendo il riso in una tazza. Se uso una tazza di basmati, lo cuocio in due tazze di acqua.
  8. Mentre il riso cuoce tostare i semi di sesamo in una piccola padella antiaderente. Non serve condimento, è sufficiente scaldare bene la padella e unire i semi, mescolando per pochi minuti. Quando i semi di sesamo sono coloriti, spegnere la fiamma.
  9. Scolare il riso basmati, versare in una padella a bordi alti o nel wok un filo di olio di riso o di olio evo. Alzare la fiamma, aggiungere il riso e la salsa di soia. Far insaporire il basmati per qualche minuto, mescolandolo delicatamente.
  10. Aggiungere al riso, le listarelle di frittata, i piselli, amalgamare e scaldare bene il riso alla cantonese. Unire a fuoco spento i semi di sesamo.

Di solito servo il riso alla cantonese, portando in tavola, a parte, semi di sesamo e ciotoline di salsa di soia, per permettere ai commensali di calibrare i sapori. Meglio rispettare il gusto degli ospiti.

L’olio di riso è certamente più indicato per insaporire il piatto di oggi. Se non è in dispensa, vi consiglio di usare un buon olio extravergine delicato.

Potete creare la vostra variante di riso alla cantonese sostituendo alle uova gamberi o straccetti di carne di maiale. Senza prosciutto cotto, il riso alla cantonese si può fare! Vi auguro buon pranzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.